Articoli

I SACRAMENTI DELLA CHIESA: gesti, segni e simboli

  • I sacramenti sono segni (sfera delle realtà simboliche) efficaci del mistero di salvezza di Cristo: ne sono infatti l'attuazione nel "tempo della chiesa"; la loro conoscenza, come attuazione della salvezza nel tempo, ci fa scoprire la chiesa nel suo crescere e formarsi come "corpo di Cristo" nella storia.


  • Il termine «sacramentum» esprimeva il giuramento prestato dalle reclute al loro ingresso in servizio; indicava pertanto l'impegno che esse assumevano verso la divinità, e come segno porta impresso sul suo corpo  un sigillo (sfraghis).


  • Tertulliano applicò per primo il termine «sacramentum» al battesimo, che egli giustamente considera come il giuramento per eccellenza, un impegno, una consacrazione fino al sacrificio di sé.

Da san Cipriano in poi sono acquisiti i diversi significati del termine «sacramento»: l'idea di segno e l'idea di santificazione, un segno sacro, perché simboleggia una realtà santa; un segno efficace perché produce, esso stesso, la santificazione dell'anima.


  • Il sacramento, dunque, è un simbolo efficace di santificazione.


  • Mistero: rito che ha lo scopo di rendere presente un evento di salvezza

  • Sacramento: richiama l'idea di consacrazione


  • I sacramenti sono azioni simboliche, ossia rendono presente nell'immagine (reale) l'avvenimento che significano; il simbolo infatti è un mezzo di comunicazione oggettiva della realtà, nel caso del rito esso è compreso partendo dalla fede.


  • Il simbolo non "rinnova" l'avvenimento di Cristo (sarebbe altro da ciò che ha fatto Cristo), ma rende presente a noi quel medesimo avvenimento compiuto una volta per sempre.


CRISTO ALL'ORIGINE DEI SACRAMENTI

  • I sacramenti sono presenti in embrione nei riti della chiesa apostolica: battesimo, imposizione delle mani per il dono dello Spirito o per tramandare un ministero, frazione del pane, unzione degli infermi.


  • "I sacramenti della Nuova Legge sono istituiti da Cristo e sono sette, ossia: il Battesimo, la Confermazione, l'Eucaristia, la Penitenza, l'Unzione degli infermi, l'Ordine e il Matrimonio" (CCC 1210).


  • Istituzione: dare alla cosa forza e vigore (es. le leggi) (s. Tommaso) quindi si suppone che:

il sacramento esiste solo in forza del comando di Cristo

è attribuita ad una cosa sensibile il potere di conferire la grazia (= comunicazione della vita divina).


  • Cristo, ha dato origine ed è l'autore dei sacramenti, perché egli nella sua concreta e visibile umanità è sacramento primordiale ed essenziale della salvezza, ossia nel suo essere Verbo incarnato rivela  e comunica la salvezza divina: Cristo è segno efficace di salvezza.

  • I sacramenti della chiesa sono "immagini reali" del mistero-sacramento  di Cristo


L'EFFICACIA DEI SACRAMENTI

 

  • I sacramenti sono mezzi efficaci della grazia


  • Cristo e i discepoli si servono di gesti o cose materiali per compiere azioni con valore spirituale.

L'elemento materiale acquista un potere nuovo per effetto della parola di Cristo che consacra, che rende operante nell'elemento la Trinità.


  • I sacramenti sono strumenti di cui si serve Cristo per comunicare la grazia.

 

  • La grazia dei sacramenti agisce ex opere operato, cioè indipendentemente dalle disposizioni del ministro e  del ricevente. È necessario distinguere l'opera del sacramento cioè la grazia che raggiunge sempre il ricevente, e l'opera della grazia  che è sempre condizionata dalle disposizioni del soggetto che riceve.


I SETTE SACRAMENTI

 

  • "I sacramenti della Nuova Legge sono istituiti da Cristo e sono sette, ossia: il Battesimo, la Confermazione, l'Eucaristia, la Penitenza, l'Unzione degli infermi, l'Ordine e il Matrimonio. I sette sacramenti toccano tutte le tappe e tutti i momenti importanti della vita del cristiano: grazie ad essi, la vita di fede dei cristiani nasce e cresce, riceve la guarigione e il dono della missione. In questo si dà una certa somiglianza tra le tappe della vita naturale e quelle della vita spirituale"(CCC 1210)


  • Ogni sacramento ci mette in comunione con il mistero totale di Cristo, ma secondo i diversi aspetti dei quali si compone l'opera della  salvezza:


 

 

Battesimo & Confermazione        sacramenti dell'iniziazione cristiana: rifare l'uomo a immagine  di Dio in Eucaristia                     Cristo, portatori dello Spirito, sacerdoti e adoratori perfetti di Dio.



Penitenza: restaurare l'immagine di Dio deturpata dal peccato, comunicando lo Spirito del Cristo morto e  risorto (Gv 20,22-23).


Unzione degli infermi: in una situazione di disfacimento fisico dovuto alla malattia, il cristiano è chiamato a riconfermare la propria fede nella salvezza di Cristo, unendo la propria sofferenza  a quella di cristo stesso.


Matrimonio: partecipazione al mistero di Cristo sposo dell'umanità nella sua chiesa.


Ordine: diaconato (servizio), presbiterato-episcopato (sacerdozio), è partecipazione al mistero di Cristo "servo di Dio e degli uomini" e sacerdote eterno.


S. Ambrogio: «Non per via di specchi, né per mezzo di enigmi, ma faccia a faccia ti sei mostrato a me, o Cristo, ed io nei tuoi sacramenti trovo te».

       Don Italo Cardarilli

per implementare vd anche qui

Condividi questo articolo

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Go to top